Home

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Risposta della Gilda al sindacato Anp

La Gilda di Parma e Piacenza in risposta alle affermazioni di un esponente del sindacato Anp, il quale asserisce che il Contratto Integrativo Regionale dell'Emilia Romagna non prevede alcuna retribuzione di risultato per i dirigenti scolastici, precisa che un articolo dello stesso contratto (art.6) è intitolato “Determinazione e criteri per la retribuzione di risultato” e che in merito alle reggenze all'art.5 comma 3 si legge “retribuzione risultato reggenze”.Non ci siamo inventati nulla, capiamo l'imbarazzo di chi parla di merito quando si tratta dei docenti e poi firma contratti che prevedono retribuzioni a pioggia per i dirigenti scolastici, alleandosi con organizzazioni sindacali che a seconda dei casi sono a volte controparte dei dirigenti scolastici ed altre volte li rappresentano.Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda di Parma e Piacenza, afferma: “In merito a tutto quanto afferisce al comportamento dei dirigenti scolastici ed alla politica scolastica del nostro territorio, pretenderemo un ampio confronto con le forze politiche che hanno vinto le elezioni nei collegi di Parma e Piacenza - continua - la politica scolastica dev'essere basta su principi di rappresentatività democratica e non affidata a singoli che hanno il consenso di pochi o di nessuno”.