Home

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

I cittadini di Parma che risiedono nella zona di Carignano hanno diritto ad avere una scuola dell'infanzia, spetta al Ministero dell'Istruzione e non a soggetti privati garantire i servizi scolastici. 

Gent.Direttore, vorremmo tentare una prima risposta nel limitato spazio concesso da questa rubrica alle accuse di scarsa sensibilità,limitata formazione o addirittura amoralità contenute in due lettere qui pubblicate

Sette anni fa furono sottoposte ad un linciaggio mediatico durissimo: ieri dopo tanto tempo sono state finalmente dichiarate innocenti dal giudice Laura Ghidotti, non solo su richiesta dei loro avvocati Bonati e Delsignore, ma anche della pubblica accusa rappresentata dal Pm Antonella De Stefano.

La Gilda degli Insegnanti di Parma e Piacenza ha notificato all’Aran una formale richiesta di trattativa decentrata relativa alle attività che l’Invalsi, per il tramite dei Dirigenti Scolastici, richiede ai docenti. La richiesta era stata già indirizzata nei mesi scorsi anche allo stesso Invalsi.

La Gilda degli Insegnanti dopo una campagna di ascolto che ha coinvolto numerosi docenti che lavorano nel Parmense e nel Piacentino, ritorna sul caso della scuola media privata aperta recentemente a Roncole Verdi, in un immobile di proprietà pubblica nel quale solo qualche mese prima c'era un plesso di scuola statale chiuso per mancanza di alunni a causa della denatalità che affligge la zona.

Un parlamentare parmense del Pd ha detto di aver "telefonato" al Ministro Fedeli per la questione dei colleghi Diplomati Magistrale.....
a) innanzitutto il parlamentare in questione è stato uno dei tifosissimi della pseudo Buona Scuola, legge che ai docenti interessati non dà nemmeno la speranza di essere precari, in quanto da settembre 2016 dopo il terzo incarico annuale si viene licenziati;

Oggi sul giornale locale Gazzetta di Parma è pubblicata una lettera gravemente lesiva della nostra categoria, oltre a riservarci di verificare con i nostri avvocati se sussistono i presupposti per avviare un'azione risarcitoria contro l'autrice, abbiamo inviato la seguente replica alla testata giornalistica

Dopo la recente decisione del Consiglio di Stato che rischia di provocare il licenziamento di decine di insegnanti della scuola primaria anche a Parma e provincia, parlamentari e fiancheggiatori del Pd si sono apprestati a portare “solidarietà” ai docenti che ieri hanno manifestato davanti all’Ufficio Scolastico Provinciale, una presenza che ha portato gli operatori politici ad avere,a livello locale, un certo ritorno in termini medicatici